Make your own free website on Tripod.com

DELVE INTO THE UNKNOWN WORLD OF SPLENDID OLD CHIETI

PAGINASETTE

 

Tempietti Romani, Chieti 1948


 

Le Terme, Chieti 1948


La Civitella, Chieti 1965


 

Terme Romane Ruderi, Chieti 1965


 

Avezzano (AQ), Emissario del Fucino 1958

 


Orsolina

Orsolina aveva molte cose naturali per stare alla pari con le belle di Chieti.Lasciatosi alle spalle il Monte Morrone sormontante il tetto della TrinitÓ, sorrideva a destra e a manca. Se non fosse stato per quel suo sorriso, il vestito che la chiudeva tutta, meno il viso e le mani, non avrebbe dato a capire il suo mestiere. La campagna,giÓ sua da ragazza, le stava ancora addosso : e la valle del Pescara le spaziava la schiena, la valle dell'Alento le approfondiva il petto. Tra di noi correva voce di suoi gesti materni. La sua finestra, di la della quale ella passava pudica e ripassava impudica, si confondeva con la finestra dell'ex scuderia De Laurentiis, dove Don Luigi Mantile vendeva il vino della sua vigna. Quella lo smicciava; lui, refrattario alla lusinga, ne ammiccava ai clienti. Unico a non impicciarsene era maestro Raffaele il ciabattino; magro davanti al quartino sul tavolo, rideva guardando Peppino Villani nella macchietta, appesa alla parete, d'un soldato di fanteria. BenchŔ di Chieti, come quelli che gli sbevacchiavano intorno, pareva giunto da un paese lontano, dalla Russia per esempio........................


PapÓ Nicola, Enio, Mamma Gina,Chieti 1948


Hit Counter